A.

Né dove.
Né quando.

Spazio. Vuoto. Eternità.

image

Advertisements

Bianco

Tu mi parli nel sonno, io ascolto parole mai dette.
Che dialogo strano, fatto solo di idee.
Lo conosce bene il cuore, eppure non basta.

E quante volte, ancora, abbiamo fatto l’amore senza dircelo?
Se nel tuo silenzio sono più vera, questa verità non ci riscalda al termine della notte.

Vorrei varcare la porta, potrei, lo so
ma non lo farò mai.

La bellezza punta i piedi.

Non so come chiamarti e se mi guardo vedo l’eco dei sogni.

La parola eterea in esilio.
Forse un giorno,
la mano nella mano.

Tremerà tutto il creato e la neve,
la neve farà rumore,

bianco, bello, dolce.

image

Sogni e versi

Ho sognato che mi mancava il suono delle parole non dette.
Così, le scrivo di notte per confessare i miei segreti.

Quanti segreti.

Ma quando alla sera, seduta sul letto leggo versi in francese, io vedo i tuoi occhi e mi addormento come una bambina senza pensieri.

Ma non voglio più dormire, ti prego, chiamami nel cuore della notte.
Svegliami.

image